RAPPORTI COMUNE DI PISA

La So.crem. pisana purtroppo ancora una volta è costretta a intervenire sull’attuale situazione di degrado dei servizi di cremazione erogati dal Comune di Pisa.

Già al momento dell’insediamento della nuova Giunta pisana ci siamo attivati per segnalare all’assessorato di competenza i disagi e le mancanze che il servizio di cremazione presentava nella nostra città e che anche con la precedente giunta non erano stati risolti.

Dopo i primi incontri pensavamo di incontrare un’interlocuzione finalmente positiva. Purtroppo a oltre un anno di distanza dobbiamo rilevare ancora la situazione di assoluto squallore in cui si trovano attualmente il Tempio crematorio al cimitero suburbano di Pisa e quelli che dovrebbero essere i servizi connessi all’attività di cremazione.

E’ superfluo ricordare che nella nostra città oggi la cremazione è richiesta nel 46% dei decessi e non è più quindi accettabile una situazione del genere.

Molte sono le segnalazioni e proteste che ci giungono dai nostri soci che ricordo essere oltre tremila.

Per punti sintetici le principali situazioni irrisolte dal Comune di Pisa:

La mancata attivazione della sala del commiato da realizzare nello spazio adiacente al forno crematorio dove i parenti e conoscenti possano dare un dignitoso saluto alla salma e avere un luogo di raccoglimento. La nostra società, fra l’altro, ha rappresentato all’Assessore la disponibilità a progettarla e realizzarla a proprie spese con le procedure consentite dalle leggi.

La mancata costruzione del Giardino della Rimembranza dove disperdere le ceneri dei cittadini che ne hanno fatto richiesta che, se pur finanziato, è basato su un progetto inadeguato e sul quale abbiamo fatto pervenire formalmente all’Amministrazione proposte di modifica senza alcun costo aggiuntivo che potrebbero far spendere soldi pubblici in maniera più oculata e rispettosa di una qualità minima del servizio.

La redazione di un’adeguata Carta dei Servizi della cremazione nella quale indicare gli standard delle prestazioni da erogare, la loro qualità nel rispetto dei diritti dei cittadini nella quale si mostrano i diritti e i doveri sia del personale

che degli utenti.

Perdurando questa situazione qui denunciata in estrema sintesi la Società Pisana della Cremazione si riserva di attivare con i propri soci e tutti i cittadini che lo riterranno opportuno tutte le iniziative di denuncia per risolvere una situazione a oggi oggettivamente non più sopportabile.

 

Speak Your Mind

*