Approvato il bilancio 2014 e critiche al Comune sui lavori al tempio per la cremazione

L’11 aprile 2015, si è tenuta l’Assemblea Generale dei Soci della Società Pisana per la Cremazione presieduta da Adolfo Braccini e a cui hanno partecipato 57 soci in proprio e per delega. È intervenuto l’Assessore comunale ai Lavori Pubblici, Bilancio e Patrimonio Andrea Serfogli e la Vicepresidente della 2ª Commissione consiliare di Controllo e Garanzia Patrizia Bongiovanni.

In merito ai punti all’ordine del giorno, l’Assemblea ha deliberato:

  • l’approvazione del bilancio 2014, che evidenzia il raggiungimento degli obiettivi prefissati secondo il mandato dell’Assemblea dei Soci, oltre ad un positivo andamento della gestione tradizionale della Società, caratterizzata da una crescita dei proventi della gestione non profit dovuta all’aumento delle quote sociali dei nuovi aderenti e delle liberalità derivanti dal 5×1000 dell’IRPEF pagata nel 2011 dal contribuente;
  • la proposta di bilancio preventivo 2015 come predisposto dal Consiglio direttivo sulla base dei risultati finanziari 2014;
  • la nomina di Luciano Viviani a Sindaco revisore effettivo e quella di Palmiro Rovina a Sindaco revisore supplente.

Il Presidente della Società Pisana per la Cremazione ha dichiarato: «Con questa assemblea si chiude un’era importante per la nostra Società. Ci apprestiamo, infatti, ad aprire al pubblico il nuovo impianto di cremazione che entrerà in servizio martedì 14 aprile 2015 dopo 1.312 giorni di fermo che ha obbligato l’utenza a rivolgersi altrove con notevole disagio anche economico. Le difficoltà per i congiunti dei nostri Soci sono state mitigate dell’accoglienza che ha offerto la So.Crem. di Livorno in ragione di una convenzione tra le due Società. Auspico che casi del genere non si ripetano più e invito l’Amministrazione Comunale a provvedere in tempi ragionevolmente brevi a completare l’opera promessa che tuttora e sprovvista di Sala del Commiato e Giardino della Memoria. Confidiamo di poter affrontare con successo le sfide che ci attendono, contando sul sostegno e la fiducia dei nostri Soci in notevole incremento, che ci hanno sempre accompagnato in questi anni, continuando così a operare come una vera associazione di promozione sociale che lavora nell’interesse della comunità di appartenenza. La nostra disponibilità a collaborare con il Comune di Pisa è totale ma non saranno più tollerati ritardi come quelli finora sofferti».

Conferme sono poi venute dall’Assessore Serfogli e dalla Vicepresidente Bongiovanni. «All’inizio potranno essere effettuate 4/5 cremazioni al giorno, sufficienti a far fronte alle richieste, che negli anni sono andate aumentando sempre più», afferma Serfogli. «I prossimi obiettivi – prosegue l’Assessore – saranno la realizzazione della Sala del Commiato, intervento già finanziato (170mila euro) e per cui sarà indetta la gara e il Giardino della Memoria (280mila euro) che sarà finanziato a fine maggio dopo l’approvazione del bilancio consuntivo 2014».

Sui lavori fatti al Tempio crematorio non sono mancati i rimproveri all’Amministrazione Comunale da parte dei Soci che hanno rimarcato come il rifacimento non abbia tenuto da conto della sacralità del rito della cremazione stravolgendo finanche l’architettura e i serramenti originali del Tempio. L’Assessore si è dichiarato disponibile a migliorare il progetto definitivo concordando con la So.Crem. le migliorie possibili e le tariffe da applicare per i servizi che interessano la cremazione. Per parte sua la Vicepresidente della 2ª Commissione consiliare di Controllo e Garanzia ha fatto conoscere che il testo del nuovo Regolamento Comunale in materia di cremazione e dispersione delle ceneri ha finito il suo iter burocratico e presto sarà messo all’attenzione della Conferenza dei Capigruppo per essere poi approvato dal Consiglio Comunale.

Speak Your Mind

*