A Pisa l’annuale Assemblea nazionale delle Società per la Cremazione

A Pisa, presso la Sala Convegni dell’Hotel NH Cavalieri nei giorni scorsi, si sono riunite le 38 Società per la Cremazione che in Italia rappresentano poco più di 150.000 fra donne e uomini che hanno scelto questo rito come ultima destinazione del proprio corpo.

L’assemblea presieduta dal presidente nazionale Franco Lapini, nel primo giorno di lavoro, ha esaminato l’indagine curata dal professor Andrea Salvini, sociologo dell’Università di Pisa, che ha messo in luce come le So.Crem. si sviluppino secondo l’analisi storica, giuridica e finanche filosofico-teologica, in feconde combinazioni interdisciplinari, mettendo in luce caratteri originali e innovativi a proposito della vicenda attuale secondo cui le antiche persistenze culturali si stemperano e si trasformano in modalità associative più consone alle cornici culturali dei tempi presenti.

La ricerca si articola idealmente in due parti, con contributi presentati senza soluzione di continuità: nella prima sono raccolti alcuni saggi brevi che hanno l’obiettivo di inquadrare il fenomeno della cremazione nelle sue radici storiche dal periodo risorgimentale fino ad arrivare ai giorni nostri. Infatti, il riferimento costante alle coordinate spazio-temporali pisane non può tuttavia non essere inquadrato in vicende storico-culturali di più ampio orizzonte, che sono adeguatamente evocate nei diversi interventi, fino a giungere a un’attenta ricostruzione statistica dell’andamento sorprendente del fenomeno negli ultimi decenni. La seconda parte è dedicata alla presentazione delle principali e più efficaci risultanze dell’indagine empirica che è stata voluta dalla So.Crem. di Pisa, progettata e realizzata insieme al Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa.

Nel giorno successivo l’analisi dell’assemblea ha mirato alla contabilità annuale della Federazione Italiana per la Cremazione, approvando il bilancio consuntivo 2014. Di seguito, sono state definite le linee comportamentali di ciascuna delle aderenti e le politiche per migliorare il servizio di cremazione e affidamento e dispersione delle ceneri. L’attuale direttivo nazionale è stato all’unanimità confermato fino all’approvazione del bilancio consuntivo 2015. All’assemblea è intervenuto l’assessore Andrea Serfogli che nel portare ai convenuti il saluto della città di Pisa ha speso parole di ringraziamento per le So.Crem. che svolgendo “attività di utilità sociale a favore dei propri associati e di terzi” contribuiscono alla crescita morale, sociale e culturale della collettività, diventando, peraltro, strumento per lo sviluppo di forme attive di cittadinanza, integrando l’Ente locale nel giornaliero servizio cimiteriale e d’informazione, rendendo perciò concreto quel principio di sussidiarietà orizzontale previsto dalla Costituzione italiana.

Speak Your Mind

*